l'anziano e la sua famiglia al centro

il "chi siamo" della Piccola Casa Beata Chiara: i valori e i nostri punti fermi, la nostra politica di qualità
Dimensione casa

L’anziano e la sua famiglia non hanno alcuna fretta di lasciare la propria casa per una struttura. L’anziano in particolare ha bisogno di un ambiente nel quale riconoscersi. A dimensione di casa, appunto. Il centro diurno Beata Chiara è stato progettato così.

immersa nel verde

Il centro diurno Beata Chiara è in una villa immersa nel verde, tra i quartieri di Carrassi e Carbonara. L’anziano è libero di muoversi, di sentirsi libero in un ambiente naturale, tra ulivi, fiori, agrumi e un piccolo orto da coltivare insieme. Da vivere.

aperti a tutta la famiglia

L’Alzheimer, e la demenze più in generale, è considerata «malattia della famiglia», perché chi vive e assiste l’anziano soffre con lui e per lui. È per questo che Piccola Casa Beata Chiara accoglie tutta la famiglia: per imparare insieme a affrontare la malattia.

modello gentlecare

La demenza toglie all’anziano le sue facoltà. È per questo che – seguendo il modello Gentlecare, sperimentato con successo in tutto il mondo – l’ambiente, le attività e il personale divantano una «protesi»: per restituire all’anziano ciò che la malattia ha tolto.

il nostro blog

Le nostre iniziative, le attività, gli incontri: momenti di vita nella Piccola Casa

Testimonial

contattaci