La fragilità come invito a «cambiare strada» per andare verso Dio: le Ceneri alla Piccola Casa

Il gesto semplice del pizzico di cenere sul capo dà inizio alla Quaresima e ci consente di fare memoria della «fragile condizione dell’uomo di fronte al Signore» richiamando la preghiera che la Genesi mette sulle labbra di Abramo che invoca Dio.

Con la stessa semplicità oggi don Ambrogio Avelluto, parroco della Mater Ecclesiae, ha celebrato per gli Amici e i famigliari della Piccola Casa il rito della Imposizione delle ceneri ricordandoci che anche quando la vita zoppica, come nei giorni della malattia, è vita offerta e «gradita al Signore». Da qui l’invito a «convertirsi, cambiare strada» per imboccare la via che porta a Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *